lunedì 26 dicembre 2011

Dolce Natale


DOLCE NATALE A TUTTI!

Ecco la torta per il pranzo di natale :D E' una torta sacher (senza glassa di copertura) decorata con MMF, panna montata, cristalli di zucchero e gocce di cioccolato!

Potete trovare tutte le istruzioni seguendo le ricette:




sabato 17 dicembre 2011

CROSTATA DI FRUTTA



Ieri Giada ha festeggiato i suoi 24 anni! Ecco la torta che le ho regalato :D Una classica crostata con crema pasticcera ricoperta di frutta! 

Ho fatto la base di pasta frolla seguendo la ricetta che trovate qui raddoppiando le dosi visto che la torta era  di 40 cm (se si avanza si possono sempre fare dei biscottini!). 
Mentre si cucinava ho fatto la crema pasticcera...trovate la ricetta qui.
Quando sia la base di pasta frolla sia la crema si sono raffreddate, ho steso in modo omogeneo quest'ultima sulla base e ho decorato con la frutta! Potete usare tutta la frutta che volete...vi sconsiglio la banana, che si annerisce facilmente, mentre i ribes a mio parere danno un effetto molto decorativo! 
Infine ho steso, con un pennello, la gelatina! .....risultato garantito!!!



venerdì 2 dicembre 2011

BISCOTTI AL MIELE


Eccomi con le prime prove per Natale! Ho presa questa ricetta dal sito giallo zafferano.


  • INGREDIENTI
    • 100 g di burro
    • 200 g di zucchero
    • 300 g di farina
    • mezza bustina di lievito chimico in polvere
    • 2 uova 
    • 50 g di miele
    • un cucchiaino di cannella in polvere
      • Per la decorazione (facoltativa)
        • ghiaccia reale (trovate la ricetta qui)
  • ESECUZIONE 15 min + un'ora di riposo in frigorifero + cottura
Ponete in una ciotola capiente (o sopra una spianatoia), la farina a fontana, lo zucchero, il burro, il miele (meglio di tipo più compatto), le due uova e le spezie; impastate bene gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo e liscio.
Avvolgete l’impasto nella pellicola trasparente e ponetelo in frigorifero per almeno un' ora.



Trascorso il tempo necessario, prendete l’impasto e stendetelo su di una spianatoia, dandogli uno spessore di circa ½ cm; con stampini di varie forme, ricavate varie sagome dall’impasto, che a mano a mano adagerete su di una teglia foderata con carta forno, distanziandole di 2-3 cm una dall’altra.

Quando avrete riempito la prima teglia, infornatela a 180° per circa 15 minuti (o non appena i bordi dei biscotti cominceranno a colorirsi leggermente).


Nel frattempo preparate la ghiaccia reale.
Ecco il risultato! Le foto lasciano un po' desiderare...prima o poi mi prenderò una macchinetta fotografica migliore!


Il mio gattino :D







GHIACCIA REALE


La ghiaccia reale è perfetta per decorare torte e biscotti o creare fiori e oggetti... crea una superficie lucida, omogenea del colore che si desidera! Io finora l'ho sperimentata per i biscotti (quindi su una pasta frolla) e mi limiterò a descrivere la ricetta che ho utilizzato. Ci sono moltissime varianti, c'è chi usa cremor di tartaro al posto del limone, chi aggiunge glucosio o miele e chi utilizza uno zucchero a velo finissimo per ottenere risultati infallibili. A me serviva solo per decorare dei biscotti quindi ho seguito la ricetta base semplice semplice!

  • INGREDIENTI
1 albume (circa 30 g)
zucchero a velo (circa 125 g.....fino a 250 g per ghiacce più sostenute)
circa mezzo cucchiaini di succo di limone
coloranti alimentari (facoltativo)

  • ESECUZIONE
Mescolare per ogni albume (circa 30 g) 4 parti di zucchero a velo (circa 125 g). (ogni parte deve pesare come l'albume). Sbattere l'albume con qualche goccia di limone con un frullino elettrico, quando ha circa quadruplicato il volume iniziare ad aggiungere lo zucchero a velo setacciato. Continuare a sbattere aggiungendo lo zucchero finchè non si raggiunge la consistenza desiderata...è qui sta l'inghippo! Con le dosi che vi ho indicato si ottiene un ghiaccia ottima per ricoprire delle superfici per esempio di pasta frolla, se invece volete creare dei decori più sostenuti (es: degli oggetti o delle scritte su pasta frolla) dovete aggiungere altro zucchero a velo fino ad ottenere una consistenza "dentifricio". Per i miei biscotti ho aggiunto circa 200 g di zucchero a velo.
Aggiungere i coloranti alimentari per ottenere i colori che si desiderano (io mi son trovata molto bene con quelli in polvere)

Le decorazioni si ottengono con in sac a ponce usando beccucci molto piccoli (n°0, n°1) oppure può essere stesa con un pennellino. Ovviamente questo richiede un po' di mano e di esperienza! 

La ghiaccia reale tende a indurirsi, fino a seccarsi, a contatto con l'aria. Ricopritela con un panno leggermente umido in modo che non si secchi durante la lavorazione. 

La ghiaccia, una volta utilizzata si asciuga, si indurisce e si assesta a contatto con l'aria. Quindi, se decorate dei biscotti questi vanno lasciati all'aria (non in frigo) finchè la ghiaccia non si asciuga.

Ecco i miei primi biscotti decorati con ghiaccia reale:

biscotti al miele decorati con ghiaccia reale e con un pennarello alimentare nero

domenica 6 novembre 2011

BIGNE' (pasta Choux)



  • INGREDIENTI: per 50 piccoli bignè  
    • 250 ml di acqua
    • 100 g di burro
    • 125 g di farina
    • 3 uova
    • 1 pizzico di sale
      • per il ripieno:
    • mezzo litro di crema pasticcera  (trovate la ricetta qui
      • Per la glassa:
    • 100 g di zucchero a velo vanigliato
    • 10 ml di acqua
    • coloranti o cacao
  • ESECUZIONE: Attenzione! 2 ore circa
Preriscaldare il forno a 220 °C.
Mettere a bollire l'acqua con il burro e un pizzico di sale. Quando bolle, togliere dal fuoco e aggiungere tutta in una volta la farina. Riportare nel fuoco e mescolare con un cucchiaio di legno per pochi minuti; il composto quando è pronto deve staccarsi dalla pentola. Lasciare raffreddare.
Successivamente aggiungere una alla volta le uova continuando a mescolare con una frusta. 
Inserire nella sacca da pasticcere il composto ottenuto e creare dei piccoli ciuffetti (grandi come una noce)  nella teglia, ricoperta da carta forno. Appiattire la punta dei ciuffetti con il dito bagnato di acqua.
Cuocere per 10 minuti in forno statico a 220 °C. Abbassare il forno a 180 °C e lasciare a cuocere per altri 20 min. Spegnere il forno e lasciare dentro per 10 min tenendo lo sportello leggermente aperto. Dovranno raddoppiare circa le dimensioni!
Mentre cuociono preparare la crema pasticcera o la crema che desiderate. E' molto valida anche la nutella :D


Far raffreddare sia i bignè che le creme e riempirli facendo un piccolo foro alla base del bignè. Per questa operazione potete usare una siringa da pasticcere o un sac a poche con un cornetto lungo e sottile.
Infine glassarli a piacere. Io ho sciolto a bagno maria del cioccolato fondente e ho fatto una glassa bianca e una rosa con lo zucchero a velo! Quest'ultima deve risultare molto pastosa...infatti una volta spalmata con un cucchiaino nel bignè non deve colare troppo!





domenica 30 ottobre 2011

TORTA SAN VALENTINO (millefoglie)


Ecco la torta che ho fatto a San Valentino! Una millefoglie ricoperta di panna decorata con mmf!

Per accorciare i tempi ho comprato due dischi di pasta sfoglia già pronta, ma, se avete MOLTO tempo e MOLTA pazienza trovate la ricetta qui.

Ho fatto mezzo litro di crema pasticcera da spalmare fra i due dischi di pasta sfoglia seguendo la ricetta che trovate qui.

Ho montato un barattolino di panna.

Infine ho creato delle decorazioni con il MMF, trovate qui la ricetta.

Ecco il risultato!!






domenica 16 ottobre 2011

SACHER


Ciao! Questa mattina ho fatto la Sacher con mia sorella...una bomba di cioccolato!!! La ricetta l'ho presa dall'enciclopedia delle torte "1001 ricette golose".

Nel 1832 Franz Sacher, un apprendista cuoco di sedici anni, ideò la ricetta di questa celeberrima torta viennese, che ancora oggi porta il suo nome!

  • INGREDIENTI: per una tortiera a cerniera di 24 o 26 cm di diametro.
    • 150 g di cioccolato fondente
    • 100 g di zucchero
    • 90 g di burro
    • 5 grosse uova
    • 100 g di farina
    • 100 g di marmellata di albicocche
      • Per la glassa
    • 1 cucchiaio di burro
    • 120 g di cioccolato fondente
    • 80 ml di caffè forte, freddo
    • 300 g di zucchero a velo
    • una bustina di vanillina
  • ESECUZIONE: difficoltà media, 1 ora 
Preriscaldare il forno a 170 °C.
Fare sciogliere il cioccolato a bagno maria. Togliere dal fuoco e lasciare raffreddare.
Montare a crema il burro con lo zucchero. Unire i tuorli amalgamandoli al composto uno per volta. Aggiungere il cioccolato e incorporare la farina. 
Montare a neve gli albumi e unirli al composto mescolando lentamente dall'alto verso il basso.
Mettere l'impasto in una tortiera a cerniera imburrata e infarinata. Fare cuocere per circa 1 ora a 170 °C, fino a quando uno stuzzicadenti infilato nel centro risulterà asciutto.
Fare raffreddare nella tortiera. Tagliare il dolce orizzontalmente a metà. Disporre un disco in un piatto da portata, spalmare sopra la marmellata e riscoprire con l'altro disco.
Per la glassa sciogliere il burro e il cioccolato a bagnomaria. Aggiungere il caffè la vanillina e lo zucchero a velo. Glassare la superficie e i lati della torta.

..e per finire una piccola stella alpina in pasta di zucchero :D


lunedì 10 ottobre 2011

TORTA MILAN (torta del re)


Finalmente ho avuto un po' di tempo per una torta decorata con la pasta di zucchero! Il mio ragazzo è un gran tifoso del Milan quindi...

Ho creato una torta del re con qualche variante! Questa torta infatti prevede l'utilizzo di tre strati di pan di Spagna e due di crema pasticcera più frutta mista.. io, per semplificarmi la vita, ho utilizzato solo due strati di pan di Spagna (bagna di succo di frutta alla pesca) e uno di crema pasticcera e pesche sciroppate.

  • INGREDIENTI 
    • Ingredienti per il pan di Spagna
    • Ingredienti per il Marshmallow Fondent 
    • Ingredienti per la crema pasticcera
    • 250 ml di panna da montare
    • un vasetto di pesche sciroppate
    • succo di frutta alla pesca per la bagna
  • ESECUZIONE: ATTENZIONE...lunghi tempi (io ci ho messo un intero pomeriggio)
Di sera ho fatto il Marshmallow Fondent, trovate la ricetta qui
Il giorno seguente ho fatto il pan di Spagna, trovate la ricetta qui. Mentre quest'ultimo si cucinava ho fatto la crema pasticcera, di cui trovate la ricetta qui. Infine ho creato le decorazioni in mmf ed ho assemblato il tutto! Ho diviso il pan di Spagna in due dischi spessi circa 1 cm. Fra i due dischi, bagnati con il succo di frutta, ho steso la crema e le pesche tagliate a pezzetti. Durante questa operazione mi si è crepato il disco superiore!! Quindi, in preda ad un crisi di panico :) l'ho completamente sbriciolato.. stile torta mimosa! L'effetto finale, come potete vedere in figura, è molto decorativo ;D
Ho steso un sottile strato di panna montata come collante per fare aderire le decorazioni in mmf. Ed infine ho abbellito il resto della torta con tanti ciuffetti di panna montata.



Marshmallow Fondant MMF


Il Marshmallow Fondant è una pasta molto simile a quella di zucchero, ma, a differenza di essere fatta con glucosio, gelatina e zucchero a velo, si usano i marshmallow che son composti essenzialmente da gelatina e glucosio. Anche di questa ricetta esistono varie varianti, io ne consiglio una, ma sta a voi e alla vostra esperienza, creare una pasta dalla consistenza ideale per essere lavorata! Infatti le proporzioni giuste fra i vari ingredienti dipendono anche dalla marca dello zucchero a velo e dei Marshmallow. La ricetta che vi presento è presa dal sito "cookaround" e seguendola pari passo mi è sempre venuta bene. Come vedrete sciolgo i Mm a bagno maria, altri preferiscono farlo in microonde (30 secondi per tre volte, rigirando i Mm fra una volta e l'altra). Io non mi fido molto del mio microonde...;D..quindi preferisco utilizzare il metodo classico!

COLORANTI: la pasta ottenuta si può colorare, per far questo in commercio trovate soprattutto i coloranti liquidi, questi non vanno tanto bene in quanto alterano la consistenza della pasta, se li utilizzate dovete assolutamente aggiungere una buona dose di zucchero a velo. Io vi consiglio di cercare in drogheria i coloranti in polvere o, ancora meglio, quelli in gel.

LAVORAZIONE: la pasta ottenuta è molto simile al cernit, si scalda rammollendosi un po' con il calore delle mani e si indurisce lasciandola riposare. Se dopo il tempo di riposo in credenza (di cui vi parlerò dopo) risulta troppo dura potete metterla in microonde per pochissimi secondi, se invece, con il calore si è rammollita potete aggiungere zucchero a velo (ma non troppo sennò quando si asciuga tende a creparsi). E' bene comunque lavorare la pasta avendo cura di "infarinare" le mani con lo zucchero a velo e il tavolo su cui si lavora. Si possono ottenere con un po' di esperienza tutte le forme che si desiderano...per farvi un'idea scrivete su google immagine "dolci decorati con mmf"...e vuolà..di tutto e di più! Si possono ottenere strati sottilissimi e molto elastici..ideali per ricoprire interamente una torta! Per assemblare le varie parti delle decorazioni potete usare dell’acqua.  
La torta che deve essere ricoperta con il MMF deve essere spalmata da gelatina di albicocche, cioccolato fuso, panna montata soda, ghiaccia o crema al burro.

CONSERVAZIONE: la pasta non va conservata nè in frigo nè in freezer ma semplicemente in credenza...al buio..avvolta da pellicola. Anche le decorazioni ottenute si possono conservare dentro a una scatola di latta. Dura circa 3 mesi!

  • INGREDIENTI
    • 150 g di Marshmallow
    • 330 g di zucchero a velo (QUELLO COMPRATO, non fatto in casa)
    • 3 cucchiai di acqua
  • ESECUZIONE: attenzione! 20 minuti + 12 ore minimo di riposo
Prendete le caramelle Marshmallow le ponete in un recipiente aggiungendo 3 cucchiai di acqua. Fate scogliere le caramelle a bagnomaria.


Sciolte le caramelle aggiungete fuori dal fuoco ca. 125 g di zucchero a velo e mescolata il composto.

Sul piano di lavoro intanto spargete altro zucchero a velo. Sullo zucchero versate poi il composto di caramelle sciolte e ricoprite le caramelle sciolte con dell’altro zucchero a velo.


Infarinativi per bene le mani con dello zucchero a velo.
Iniziate a lavorare piano piano le caramelle sciolte…avendo messo anche lo zucchero sopra le caramelle sciolte non entrerete quasi mai in contatto con queste. ATTENZIONE: se venite a contatto con le caramelle sciolte queste risultano appiccicosissime! Con un po' di cautela e di esperienza riuscirete a non sporcarvi le mani.

Quando le caramelle avranno assorbito buona parte dello zucchero iniziate a lavorare bene la pasta di Marshmallow. Formate una palla, avvolgete l’impasto nella pellicola trasparente e riponete in credenza per il riposo di minimo12 ore. Il colorante può essere mescolato insieme sia prima che dopo il riposo di 12 ore.




domenica 9 ottobre 2011

PAN DI SPAGNA


Ci sono mille ricette diverse per fare il Pan di Spagna! Io mi trovo benissimo con questa...viene soffice e resta tenero e fresco anche senza bagna! C'è chi aggiunge del lievito ma secondo va contro ogni regola :D...nel Pan di Spagna classico l'unico agente lievitante è l'aria che si imprigiona nell'impasto durante la preparazione...Perciò, una sola regola: montare a lungo l'impasto con un frullino elettrico! Certi montano insieme tuorlo e albume, io preferisco montarli separati e mescolarli insieme successivamente. L'importate è che le uova siano a temperatura ambiente, quindi, ricordatevi di tirarle fuori dal frigo qualche ora prima!

  • INGREDIENTI: per una base di 24 (28) cm viene alto 6 (2) cm circa. 
    • 4 uova
    • 125 g di zucchero
    • 125 g di farina 
    • 25 g di maizena o fecola 
    • mezzo cucchiaino di sale
    • aromi
  • ESECUZIONE: FACILE, 20 minuti + 30 minuti di cottura
Preriscaldare il forno a 180 °C.
Montare separatamente i tuorli con lo zucchero e gli albumi PERFETTAMENTE per almeno 10 minuti! Devono risultare spumosi. Unirli insieme mescolando dal basso verso l'alto con una frusta. Unire un po' alla volta la farina e la fecola setacciandole. Continuare a mescolare lentamente con la frusta! Bisogna fare attenzione che l'uovo non si smonti!
Versare in uno stampo imburrato e infarinato in fondo al quale si può appoggiare un disco di carta da forno della stessa misura della base.
Infornare per 30 minuti a 180°C.
Dopo i 30 minuti provare la cottura con un stuzzicadenti (infilare uno stuzzicadenti pulito nel punto più centrale e più alto della preparazione, se una volta estratto, lo troverete pulito da residui liquidi di impasto, quindi asciutto, la cottura è riuscita).
Sfornare e lasciare raffreddare!


Una volta raffreddata si può tagliare in 2 o più strati utilizzando l'apposito strumento o un coltello lungo e seghettato..attenzione! Dentro dovrà ristare soffice e spumosa!


sabato 17 settembre 2011

KANELBULLER


Direttamente dal mio trip in scandinavia...i kanelbuller! Questi buonissimi dolcetti svedesi sono stati il tocca sana di tutta la mia vacanza! Li ho scoperti a Bergen, grazie alla moglie di mio fratello norvegese e da lì non sono più riuscita a farne a meno! Tornata tristemente in Italia ho subito cercato in internet la ricetta...ce ne sono diverse, ma mi son fidata solo di una in svedese...così mi sono messa a tradurla...un sentito ringraziamento a google traslate!! Se vi piace la cannella...questi fanno sicuramente per voi!
mio nipotino e il suo kanelbuller a Bergen
  • INGREDIENTI per la pasta base: per 25 kanelbuller circa
    • 150 g di burro
    • 500 ml di latte
    • 900 g di farina
    • 150 g di zucchero
    • 1 uovo
    • 50 g di lievito per panificazione (corrispondente al contenuto di 2 bustine)
    • 1 cucchiaino di cardamomo (si può omettere)
  • INGREDIENTI per il ripieno: per 25 kanelbuller circa
    • 100 g di zucchero
    • 1 cucchiaio e mezzo di cannella circa
    • 1 uovo sbattuto
    • granella di zucchero 
  • ESECUZIONE: tempi di lievitazione lunghi, circa 3 ore in totale
Sciogliere su un pentolino il burro (consiglio di usare uno spargifiamma).
A parte mescolare insieme con una forchetta il latte, lo zucchero e un uovo. Unire quest'ultimo composto al burro e scaldare a una temperatura di circa 40 °C (anche se non si possiede un termometro, provare la temperatura con un dito, deve risultare tiepido). 
In una grossa terrina versare il lievito e aggiungere il composto preparato precedentemente un po' alla volta: il lievito dovrà sciogliersi senza fare grumi. Aggiungere il cardamomo e la farina continuando a mescolare fino ad ottenere una pasta morbida.
Lasciarla lievitare dentro alla terrina per un'ora al riparo da sbalzi di temperatura.
Impastare la pasta su una spianatoia ben infarinata e dividerla in due parti. Stendere la pasta con un mattarello fino ad ottenere dei rettangoli spessi circa 1 cm.
Spalmare il burro leggermente sciolto nel rettangolo di pasta, spolverare con la cannella e lo zucchero.
Arrotolare la pasta dal lato lungo in modo da ottenere dei salamotti.









Tagliare i salamotti in girelle aventi uno spessore di circa 2 cm.
Disporre le girelle in una teglia ricoperta da carta forno e lasciarle lievitare per altri 45 minuti. Porle ben distanziate in modo che durante la lievitazione non si attacchino. 
Io, metà delle girelle, le ho poste all'interno di una tortiera in modo da ottenere una torta soffice di kanelbuller.
Durante i 45 minuti di attesa, preriscaldare il forno a 250 °C e rompere e sbattere con una forchetta un uovo. Prima di infornare spennellare con l'uovo e ricoprire con la granella di zuccheroi kanelbuller .
Infornare per 8 minuti! 





giovedì 15 settembre 2011

Donuts


Siii...finalmente sono riuscita a fare i donuts, le mitiche ciambelle americane di Homer Simpson!! MMMM..è da quando sono stata a Berlino l'anno scorso che volevo farle! Non sono proprio proprio proprio come le originali ma con un po' di esperienza spero di riuscirle a fare sempre più buone!
Donuts, le originali. Berlino
Questa ricetta è quella che gira tra i blog, una delle poche che compare cercando con google! La spiegherò con qualche approfondimento e correzione ;D

  • INGREDIENTI: dose per 12-15 donuts
    • 10 g di lievito in polvere o grani per panificazione (oppure una bustina che corrisponde a circa 8 g)
    • 30 ml di acqua tiepida (circa a 30 °C)
    • 175 ml di latte tiepido
    • 40 g di burro
    • 1 uovo
    • 1 cucchiaino di sale
    • 45 g di zucchero
    • 400 g di farina (+ quella necessaria per rendere l'impasto lavorabile)
    • 400 ml di olio vegetale (per friggere)
      • Per la GLASSA
        • 75 g di burro
        • 220 g di zucchero a velo
        • una bustina di vanillina
        • 80 ml di acqua calda
      • Per la glassa con cioccolato
        • 100 g di cioccolato fondente a gocce o spezzettato
  • ESECUZIONE: attenzione! lunghi tempi di lievitazione 
Sciogliere il lievito nell'acqua tiepida. Aggiungere il latte, l'uovo, lo zucchero e il sale continuando a mescolare con una frusta fino ad ottenere un mix molto liscio. Aggiungere metà della farina continuando a mescolare con la frusta, quando il tutto sarà ben amalgamato e senza grumi aggiungere il resto di farina mescolando con la frusta ed infine, quando l'impasto inizia ad essere solido, con un cucchiaio di legno.

Lasciare l'impasto a lievitare nel recipiente per circa un'ora coperto con un panno umido in un luogo tiepido. L'ideale è metterlo nel forno spento preriscaldato precedentemente a 50 °C. Dopo un'ora il volume dell'impasto dovrà risultare raddoppiato.

Su una spianatoia infarinata, stendere l'impasto ad uno spessore di circa 1,5 cm. Aiutatevi con della farina per rendere l'impasto lavorabile, infatti vi risulterà molto appiccicoso!

Ritagliare i donuts con un tagliapasta a forma di ciambella. Se non avete lo stampino potete ingegnarvi con degli strumenti che avete a casa, per esempio con delle lattine di pelati lavate benissimo e, per il buco, un tappo di bottiglia.

Lasciare le ciambelle ottenute nella spianatoia ben infarinata per un'altra ora in modo da far concludere la lievitazione. Tenere le ciambelle ben distanziate in modo che non si attacchino tra loro durante la lievitazione.

In un recipiente adatto per friggere, con i bordi alti, scaldare l'olio. Iniziare a friggere i donuts uno alla volta, cuocendoli per circa 30 secondi per lato o comunque finchè la superficie sarà ben dorata come quella in figura

Sia per la glassa classica sia per quella al cioccolato procedere nel seguente modo: in un recipiente unire e miscelare energicamente lo zucchero a velo con il burro fuso. Aggiungere la vanillina e l'acqua calda continuando a mescolare fino a ottenere un composto uniforme e liscio.

Per la versione con la copertura al cioccolato, sciogliere il cioccolato a bagno maria e incorporare il cioccolato fuso alla glassa preparata in precedenza.

Glassare i Donuts raffreddati. Versare la glassa sopra al donuts o intingere la ciambella nella glassa in uno dei due lati.

Decorate come desiderate i donuts! Ecco i miei! La prossima volta ne faccio con la glassa colorata e con le scagliette di cocco :D mmmmmmmmmmmmmmmmmm