venerdì 14 dicembre 2012

IDEA NATALE: alberello di biscotti

Ciao!
mia mamma ha comprato degli utilissimi stampini per creare degli alberelli di Natale formati da tanti biscotti a forma di stella...una bellissima idea per i vostri regali di Natale!

Stampini
Ho fatto biscotti con una normalissima pasta frolla (trovate la ricetta qui). Ho aggiunto un po' di cannella per rendere i biscotti più saporiti e...natalizi!
Ho decorato le stelline con la ghiaccia reale (trovate la ricetta qui) e con delle perline argentate alimentari. La ghiaccia l'ho anche utilizzata da "colla" per unire le stelline, ponendone un po' al centro.

Ecco il risultato!












giovedì 22 novembre 2012

I dolci di Giovanna: MUFFINS AL CIOCCOLATO

I dolci di Giovanna: MUFFINS AL CIOCCOLATO: INGREDIENTI: per 20 muffins circa 180 g di burro 250 ml di latte 200 g di zucchero 300 g di farina 80 g di cacao amaro una punta d...

lunedì 19 novembre 2012

Torta diplomatica (TORTA RAMBO)



Ciao!

Ecco la ricetta della torta diplomatica! Questa l'ho decorata con la pasta di zucchero visto che era per festeggiare i 25 anni del mio ragazzo! Ma anche con una semplice spolverata di zucchero a velo viene bellissima, e ovviamente altrettanto buona! La preparazione è un po' laboriosa, ma se utilizzate la pasta sfoglia già pronta, come ho fatto io :) bastano un paio di orette! Altrimenti vi conviene fare la pasta sfoglia il giorno prima!

  • ESECUZIONE: LABORIOSA

Preparate la pasta sfoglia (trovate la ricetta qui)
Preparare il pan di spagna (io l'ho preparato il giorno prima, trovate la ricetta qui)
Preparare la crema diplomatica (trovate la ricetta qui), mentre si raffredda, cuocere la pasta sfoglia.

Otre agli ingredienti per queste preparazioni che trovate nei link che ho inserito serve un po' di panna montata (circa 100 ml) e zucchero a velo quanto basta.

Stendere la pasta sfoglia ad uno spessore di 2 mm facendo in modo che abbia dimensione molto maggiore della dimensione finale del dolce (in cottura si ritirerà), bucarla con i denti di una forchetta (effettuare dei buchi un po' ovunque ma non troppo vicini). A parte formare delle striscioline di pasta sfoglia che serviranno per essere sbriciolate per decorare i lati del dolce. Quindi mettere e cuocere come indicato nella ricetta della pasta sfoglia. Se comprate la pasta sfoglia pronta seguire le indicazioni per la cottura riportate nella confezione. Una volta cotta, cospargerla con un po' di zucchero a velo e rimettere in forno a 220°C fino a quando lo zucchero sarà sciolto e inizierà a prendere colore. Fare attenzione che la sfoglia non si bruci in questa fase! In questo modo la sfoglia si caramella evitando così di rammollirsi nel giro di poche ore a contatto con la crema.

Mentre si cucina la sfoglia preparare la crema diplomatica.

Assemblaggio del dolce:
1° strato (sotto): pasta sfoglia
2° strato: crema (non deve essere troppo spesso)
3° strato: pan di spagna di circa 1.5 cm di spessore (mai superare i 2 cm). Bagnarlo leggermente con latte.
4° strato: crema
4° strato: pasta sfoglia

Mettere in frigo e nel frattempo montare un pò di panna montata.
Quindi stendere la panna montata sui lati del dolce e fare aderire le briciole dei ritagli di pasta sfoglia in modo da coprire interamente la panna montata.
Infine spolverare con zucchero a velo. Conservare in frigo per almeno 3 ore prima di servire!

Decorazione in pasta di zucchero:
ho fatto una decorazione utilizzando la pasta di zucchero già pronta della Mulino Rossetto! E' fantastica :D è morbida elastica e semplicissima da lavorare! Non essendo una vera cake designer mi sa che mi avvalerò sempre di questa pasta ora che l'ho scoperta ma prima o poi vi inserisco anche la ricetta per farvela partendo dallo zucchero e dal glucosio, se volete qui trovate la versione con i marsmallows che però non ha la stessa elasticità di quella della Mulino Rossetto.
Ma riprendiamo il discorso :)...ho steso la pasta con un mattarello e ho creato un rettangolo spesso 2 mm circa, poi, aiutandomi con una fotografia, che ho posto sopra al rettangolo di pasta di zucchero, ho ricalcato i contorni del viso di Rambo con uno stuzzicadenti in modo da lasciare impressa nella pasta sottostante la sagoma della figura. Ho tolto la fotografia e ho ripassato su i solchi impressi con lo stuzzicadenti con un pennarello nero alimentare! Per colorare la fascetta rossa ho utilizzato un colorante rosso alimentare disciolto in alcool al 99% alimentare. Se volete provare..è più semplice a farsi che a dirsi e con la stessa tecnica potete ricalcare qualsiasi fotografia! Ci vuole solo un po' di pazienza ma il risultato è garantito! Buon divertimento :)




Auguri Ale <3

giovedì 15 novembre 2012

PANGOCCIOLI


Questa mattina nel più bello che stavo uscendo di casa per andare in biblioteca a studiare ho trovato sopra alla cassetta della posta il ricettario della Kitchen Aid che avevo prenotato!!! Fantastico...120 ricette da fare con la planetaria! Molte sono fattibili anche a mano... come il tiramisù ai lamponi al profumo di arancia e cardamomo :) da provare assolutamente nei prossimi giorni!!
Ma torniamo a noi...oggi vi presento la ricetta dei pangoccioli che ho fatto ieri, ottimi per la colazione...e perfetti leggermente caldi! Anche questa ricetta l'ho trovata nel blog "I dolci nella mente".

  • INGREDIENTI: per 15 pangoccioli grandi
350 g di farina Manitoba
150 g di farina 00
70 g di zucchero
50 g di burro
2 uova intere
250 ml di latte tiepido + 2 cucchiai
1 bustina di lievito di birra disidratato
1/2 cucchiaino di sale
100 g di gocce di cioccolato


  • ESECUZIONE: 15 min + 90 min per la lievitazione + 20 min per la cottura
Con l' aiuto della planetaria o a mano, impastare le farine con lo zucchero, il lievito, un solo uovo, il latte e il sale. A metà impasto, incorporare il burro ammorbidito e lavorare a lungo fino ad ottenere una pasta elastica e lucida. Formare una palla e metterla in una ciotola coperta con la pellicola. Fare lievitare per almeno un' ora o fino al raddoppio. Inserire la ciotola nel forno leggermente caldo (max 30 °C) o con la sola luce accesa che riscalda leggermente, in questo modo la lievitazione sarà più veloce e completa.

Riprendere l'impasto e aggiungere le gocce di cioccolato rilavorandolo velocemente. Formare delle palline della grandezza di un mandarino, schiacciarle leggermente e disporle su una placca foderata con carta da forno. Lasciare lievitare di nuovo per almeno mezzora, quindi spennellare la superficie con un tuorlo sbattuto e unito ai due cucchiai di latte. Infornare nel forno già caldo a 180 °C per circa 15/20 minuti. Dovranno risultare leggermente dorati.






lunedì 12 novembre 2012

VENEZIANE ALLA CREMA


Appena ho trovato la ricetta nel blog "I dolci nella mente" non ho resistito! Avevo proprio voglia di fare un lievitato e queste dolcezze renderanno la mia colazione di domani perfetta! Presto posterò anche un po' di teoria sulla chimica dei lievitati, visto che oggi ho trovato un interessante capitolo nel libro "I segreti della pentola"
  • Ingredienti: per 16 pastine circa 
    • Per la pasta briosce
    • 250 g di farina manitoba
      250 g di farina 00
      50 g di zucchero
      80 g di burro fuso
      2 uova intere + un tuorlo da spennellare
      160 ml di latte tiepido + 2 cucchiai per spennellare
      la buccia grattata di un limone
      un pizzico di sale
      una bustina di lievito Mastro Fornaio
      granella di zucchero q.b.
    • Per la crema pasticcera
    • 2 tuorli d' uovo
      250 g di latte
      50 g di zucchero
      35 g di farina
      1/2 baccello di vaniglia

  • Esecuzione: lunghi tempi per la lievitazione, ATTENZIONE

Nel cestello della planetaria mettere le farine setacciate, lo zucchero, il lievito, un pizzico di sale, la buccia del limone, il burro ammorbidito, le due uova intere ed azionare la macchina a velocità minima con la frusta a gancio. Aggiungere lentamente il latte tiepido continuando ad impastare a velocità minima, quindi continuare a vel. 2 per almeno 5 minuti (se non si possiede la planetaria impastare tutto a mano e lavorare con forza l' impasto per circa 10 minuti). 
Quando la pasta sarà bella lucida ed elastica, lasciare lievitare direttamente nel cestello per minimo due ore, l'impasto dovrà raddoppiare. Per fare in modo che la lievitazione sia completa vi  consiglio, soprattutto se l'ambiente non è caldo, di inserire il cestello coperto con uno strofinaccio in forno acceso a temperatura bassissima (circa 30°C) oppure con la sola luce del forno accesa.
Durante l'attesa preparare la crema pasticcera seguendo la ricetta che trovate qui utilizzando le dosi indicate sopra.
Successivamente formare con l'impasto lievitato delle palline grandi come un mandarino, porle sulla piastra del forno ricoperta con della carta forno e lasciare lievitare per circa mezzora. Spennellare poi le palline con un liquido formato mescolando un tuorlo con due cucchiai di latte. Fare un piccolo foro a forma di X al centro con le punte di una forbice e riempire con la crema pasticcera aiutandosi con un sac a poche. Cospargere con della granella di zucchero e porre in forno preriscaldato a 180 °C per venti minuti a metà altezza. Dovranno risultare leggermente dorate!
Servire calde :) ma anche fredde hanno il loro perchè!!!
Impasto dopo la lievitazione
Palline di pasta durante la lievitazione
Muci controlla la cottura :)




giovedì 1 novembre 2012

Titamisù


Il classico dei classici..la torta che non può mancare ad una festa di compleanno!! Piace a tutti, è semplicissima e buonissima!! La ricetta che vi presento è quella che da sempre gira per casa mia, diciamo la ricetta della mamma...quella così insostituibile che non mi permetto nemmeno di cercarne altre nel web!

Ingredienti: per 3 strati in una pirofila quadrata 30x20 cm 

  • 4 uova
  • 500 g di mascarpone
  • 4 cucchiai zucchero (uno per uova)
  • caffè zuccherato qb
  • pavesini qb (o savoiardi....qui si potrebbe discutere a lungo sulle varie scuole di pensiero :)...per me è più buono con i pavesini)
  • cacao amaro in polvere qb


Esecuzione: FACILE, 30 minuti
Preparazione della crema al mascarpone: rompere le uova separando i tuorli dagli albumi, montare a neve gli albumi e successivamente i tuorli, unire i due composti e aggiungere lo zucchero e il mascarpone continuando a mescolare finchè la crema risulta liscia e omogenea.

Assemblaggio della torta: dopo aver preparato la crema e il caffè formare gli strati ponendo alla base qualche cucchiaio di crema (quanto basta per fare aderire il primo strato di biscotti). Sopra porre il primo strato di pavesini leggermente inzuppati nel caffè, sopra un secondo strato di crema e così via. Con queste dosi a me sono venuti 3 strati di crema e 3 di biscotti. Ovviamente l'ultimo strato deve essere di crema! 

ATTENZIONE: l'unica accortezza da prendere è quella di inzuppare i pavesini di caffè al punto giusto in modo che non venga una torta secca o una iperfradicia di caffè! Per far questo ci vuole un po' di esperienza ma in linea di massima basta un secondo! Soprattutto se il caffè è caldo questo ci mette un attimo a impregnare il biscotto, che non deve risultare zuppo ma solamente un po' bagnato :), io per non rischiare lo bagno solo da un lato... non posso vedere quei tiramisù liquidi e color caffè!!

Porre in frigo il tiramisù per almeno due ore. Appena prima di mangiarlo spolverare la superficie con il cacao amaro con l'utilizzo di un colino. 
Se ne possono preparare più di uno e surgelare in freezer, in questo caso prima di mangiarlo è bene ricordarsi di tiralo fuori per tempo in modo da farlo scongelare in frigorifero. 


domenica 28 ottobre 2012

Treccia di Pan Briosce


Avete presente il Pan Briosce della Mulino Bianco...? Ecco per voi la ricetta. L'ho trovata in rete nel blog menta e cioccolato e con l'aiuto di un impastatore diventa veramente facile e veloce. 

Ingredienti: per 2 pan briosce in stampi da 25 cm o 1 bello alto più qualche brioscina a parte
  • 500 g di farina forte (Manitoba)
  • 80 g di latte
  •  70 g di zucchero
  • 3 uova
  • 180 g di burro
  • 15 g di lievito per il pane
  • 7 g di rum (o qualche goccia di estratto di rum)
  • buccia di 1 limone grattugiata
  • 1 bustina di vanillina
  • 15 g di miele
  • latte e tuorlo per spennellate qb
  • 1 cucchiaino di cardamomo (facolatativo)
Esecuzione: ATTENZIONE, lunghi tempi di lievitazione
Prima di tutto preparare in una ciotola a parte gli aromi: rum, miele, vanillina, scorza di limone grattugiata e cardamomo.
Mettere nella ciotola dell'impastatore la farina, il lievito e lo zucchero, avviare con il gancio a uncino ed aggiungere un po' alla volta il latte (freddo se la stanza è calda), le uova leggermente battute a parte e lavorare per almeno 5 minuti.
Unire il burro morbido un po' alla volta, aumentare la velocità, unire gli aromi ed infine il sale. Lavorare fino ad ottenere un impasto liscio, amalgamato ed incordato.
Mettere sul tavolo e dare un giro di pieghe (si chiama pirlare) prendendo i lembi esterni e rigirandoli verso il centro dell'impasto (vedere immagine sotto). Rimettere in ciotola e poi in frigo per un'ora o fino al giorno dopo se è stato fatto la sera.


Togliere dal frigo e formare la treccia (vedi immagini sotto), se è stato tutta la notte tirarlo fuori un'oretta prima e dategli il tempo di ambientarsi.


Mettere la treccia ottenuta dentro allo stampo (imburrato e infarinato) a lievitare fino al raddoppio per circa 2 ore e mezzo coperto (un po' di pazienza :-)). La lievitazione dipende dalla temperatura ambiente, se lavorate in una stanza fredda vi consiglio di mettere il recipiente all'interno del forno leggermente caldo (30-50 °C) in modo da accelerare i tempi.
Spennellare la superficie con un tuorlo e un po' di latte. Cospargere di zucchero semolato. Cucinare in forno preriscaldato a 180°-200° per circa 20-25 minuti. Attenzione: porre lo stampo a metà altezza e controllare che lo strato superficiale non si bruci. Quando la superficie risulta beh cotta controllare con uno stuzzicadenti la cottura dell'interno, se risulta ancora un po' crudo abbassare il forno a 140 °C circa finchè non si cucina il tutto. In questo modo non si rischia di bruciare la crosticina superficiale. Sfornare, aspettare fino al completo raffreddamento e tagliare dallo stampo!
E' ottimo per la colazione con un po' di marmellata o di nutella. Si può tagliare a fette e conservare in freezer.








lunedì 22 ottobre 2012

MADELEINE


Le Madeliene sono tipici dolcetti francesi, solitamente a forma di conchiglia, molto soffici, facili e veloci da preparare. Io ho seguito questa ricetta che non prevede l'utilizzo del lievito, potete quindi adoperare anche degli stampini di silicone in modo da ottenere la forma dello stampo.
Le ho preparate oggi in quanto non avevo molto tempo ma volevo assolutamente provare il mio nuovo impastatore :) una meraviglia! Basta buttare tutto dentro e voilà..tutto pronto!! Nei prossimo giorni proverò qualche impasto lievitato :)

Ingredienti: per 20 Madeliene
  • 4 uova
  • 250 g di zucchero
  • 250 g di farina
  • 250 g di burro
  • 1 fialetta di aroma al limone
  • un pizzico di sale
  • marmellata o nutella per farcire qb
  • zucchero a velo per guarnire
Esecuzione: FACILE, 20 minuti
Con uno sbattitore elettrico o un robot da cucina montare le uova con lo zucchero. Quando saranno spumose aggiungere, in ordine e continuando a mescolare, l'aroma, il sale, la farina e infine il burro (morbido ma non fuso). Inserire il composto ottenuto in pirottini di carta, o in stampini di silicone, creando un buco al centro sul quale sarà posta della marmellata o della nutella! 
Inserire nel forno preriscaldato a 180 gradi per 15 minuti. Sfornare e spolverare con dello zucchero a velo quando si saranno ben raffreddate. 



sabato 29 settembre 2012

TORTA FREDDA AI MIRTILLI


Oggi volevo fare un cheesecake ma alla fine ho trovato un'alternativa senza formaggio visto che in casa non avevo né ricotta, né philadelphia né mascarpone. Infatti questa torta fresca richiede solamente l'uso di panna da montare e yogurt. Ho fatto una variante con i mirtilli ma volendo si può fare la stessa torta con le fragole, con i frutti di bosco o con le pesche, basterà cambiare il gusto dello yogurt e ovviamente la frutta utilizzata.
  • INGREDIENTI: per una tortiera a cerniera di 22 cm di diametro
Per la base di biscotto:
250 g di biscotti (consiglio le macine)
80 g di burro

Per la crema:
400 g di yogurt ai mirtilli (o al gusto della vostra torta)
400 g di panna da montare fresca
4 fogli di gelatina-colla di pesce
4 cucchiai di zucchero a velo

Per il composto di copertura:
150 g di mirtilli
2 cucchiai di marmellata ai mirtilli (non necessari se usate una maggiore quantità di frutta)
succo di mezzo limone
3 cucchiai di zucchero
2 fogli di gelatina-colla di pesce

  • ESECUZIONE: 40 minuti + tempo per il raffreddamento
Mettete 4 fogli di colla di pesce a rammollire immergendoli in acqua FREDDA per 10 minuti.

Intanto, tritate i biscotti con un robot e mescolateli con il burro fuso. In questo modo ottenete un composto che andrà a costituire la base croccante del dolce. Mettetelo in una tortiera a cerniera ricoperta di carta forno. Premete bene con i polpastrelli il composto di biscotti in modo da ottenere una base consistente. Mettetela in frigo.

Per fare la crema montate la panna con 4 cucchiai di zucchero a velo. Mettete 4 cucchiai di yogurt ai mirtilli  in un pentolino sul fuoco e lasciate scaldare leggermente (non deve bollire!), lasciate intiepidire e aggiungete la colla di pesce perfettamente strizzata e mescolate in modo che questa di sciolga. Aggiungete il resto dello yogurt ed infine aggiungete il tutto alla panna montata. Mescolate molto bene dal basso verso l'alto con una frusta in modo da non fare smontare la panna. 

Versate il composto ottenuto sulla base di biscotto e lasciate riposare in frigorifero per almeno 2 ore o in freezer per 30 minuti. 

Preparate la "marmellata" di copertura ponendo in un pentolino sul fuoco i mirtilli (lasciatene fuori una mangiata per le decorazioni), il succo di mezzo limone, 3 cucchiai di zucchero e due cucchiai di marmellata ai mirtilli. Nel frattempo porre 2 fogli di colla di pesce a rammollire in acqua fredda per 10 minuti. Quindi passate il tutto in un passaverdure. Unite la colla di pesce strizzata nel composto ancora caldo e mescolate fino al completo scioglimento. Lasciate intiepidire mescolando di tanto in tanto.
Infine versate la "marmellata" ottenuta sulla base di panna e yogurt che nel frattempo si è raffreddata. Decorate con i mirtilli rimasti. Lasciate in frigorifero per 3 ore o in freezer per un'ora prima di gustarla :-)! Nel caso in cui la si mette in congelatore, passarla in frigo per almeno 30 minuti prima di servire.
Prima di servirla potete decorarla con un po' di panna montata :-)



mercoledì 19 settembre 2012

MUFFINS AL CIOCCOLATO


INGREDIENTI: per 20 muffins circa
180 g di burro
250 ml di latte
200 g di zucchero
300 g di farina
80 g di cacao amaro
una punta di un cucchiaino di bicarbonato
1 pizzico di sale
1 fialetta di aroma all'arancia (facoltativo)
3 uova (2 intere, 1 tuorlo)
1 bustina di vanillina
1 busta di lievito chimico per dolci
gocce di cioccolato

ESECUZIONE: FACILE! 15 minuti + 25 minuti di cottura
Preriscaldare il forno a 180 °C.
Far ammorbidire il burro a temperatura ambiente. Montarlo con la frusta elettrico insieme allo zucchero. Quando avrà una consistenza cremosa aggiungere la vanillina e la buccia di limone grattugiata. Continuare a sbattere con il frullino elettrico.
Rompere le uova in un contenitore a parte, aggiungere a queste il latte mescolando con una forchetta.
Versare lentamente il composto di latte e uova nel composto di burro e zucchero. Sbattere ancora per qualche minuto con il frullino elettrico.
A parte, setacciare e mescolare insieme la farina, il lievito, il bicarbonato e il cacao amaro.
Aggiungere quest'ultimo preparato al composto di burro, continuando a sbattere energicamente finchè il tutto risulterà cremoso e senza grumi. Infine aggiungere le gocce di cioccolato.
Mettere l’impasto a cucchiaiate negli stampi da muffins contenenti le pirottine di carta (oppure, se non avete le pirottine, imburrare e infarinare lo stampo stesso) fino a riempirli quasi al margine.
Infornare per circa 20-25 minuti.
A cottura avvenuta dei muffins, che dovranno risultare dorati, spegnere il forno e lasciare riposare per 5 minuti a sportello aperto, dopodiché sfornare e lasciare raffreddare completamente.


MUFFINS AI BLUEBERRY


Ecco come promesso sono riuscita a prendermi una giornata tutta per me! Finalmente ho fatto i muffins con i mirtilli e quelli al cioccolato!

Per i muffins ai blueberry ho seguito la ricetta dei muffins classici che trovate qui.  Dopo aver preparato l'impasto (lasciando fuori un po' di farina) ho lavato e tagliato a piccoli pezzetti circa 150 g di mirtilli e li ho mescolati con la piccola quantità di farina rimasta. In questo modo si aggiungeranno i pezzettini di mirtillo ricoperti di farina nell'impasto finale. Questa procedura serve per fare in modo che durante la cottura i pezzettini di mirtillo non si depositino sul fondo dell'impasto.
Infine ho messo l'impasto nei pirottini di carta e cotto il tutto a 180 °C per 25 minuti.

DELIZIOSI!

MUFFINS AMERICANI



Ciao!
Questa ricetta semplicissima garantisce dei Muffins BUONISSIMI! Nei vari blog se ne trovano diverse, questa l'ho presa dal forum "GialloZafferano".

  • INGREDIENTI per 20 muffins circa
    • 180 g di burro
    • 250 ml di latte
    • 200 g di zucchero
    • 380 g di farina
    • una punta di un cucchiaino di bicarbonato
    • 1 pizzico di sale
    • una buccia grattugiata di un limone
    • 3 uova (2 intere, 1 tuorlo)
    • 1 bustina di vanillina
    • 1 busta di lievito chimico per dolci
  • ESECUZIONE: FACILE! 15 minuti + 25 minuti di cottura
Preriscaldare il forno a 180 °C.
Far ammorbidire il burro a temperatura ambiente. Montarlo con la frusta elettrico insieme allo zucchero. Quando avrà una consistenza cremosa aggiungere la vanillina e la buccia di limone grattugiata. Continuare a sbattere con il frullino elettrico.
Rompere le uova in un contenitore a parte, aggiungere a queste il latte mescolando con una forchetta.
Versare lentamente il composto di latte e uova nel composto di burro e zucchero. Sbattere ancora per qualche minuto con il frullino elettrico.
A parte, setacciare e mescolare insieme la farina, il lievito e il bicarbonato.
Aggiungere quest'ultimo preparato al composto di burro, continuando a sbattere energicamente finchè il tutto risulterà cremoso e senza grumi.
Mettere l’impasto a cucchiaiate negli stampi da muffins contenenti le pirottine di carta (oppure, se non avete le pirottine, imburrare e infarinare lo stampo stesso) fino a riempirli quasi al margine.



Infornare per circa 20-25 minuti. 

A cottura avvenuta dei muffins, che dovranno risultare dorati, spegnere il forno e lasciare riposare per 5 minuti a sportello aperto, dopodiché sfornare e lasciare raffreddare completamente.

Potete sbizzarrirvi per inventare qualche variante! Io ne ho fatti alcuni con le gocce di cioccolato (mescolate insieme al composto prima della cottura) e altri con una copertura di burro fuso e cannella (spennelleta nei muffins appena sfornati)! Potete anche ricoprirli di scagliette di cocco prima della cottura o mescolare il composto ai mirtilli...così da ottenere il classico dei classici...i blueberry muffins! (Questo devo provarlo assolutamente!)

mercoledì 18 luglio 2012

BUDINO ALLA MENTA


Semplice ed estivo..l'abbinamento perfetto: menta e cioccolato! Questo budino è veramente facile e veloce da preparare, inoltre basta avere in casa un po' di sciroppo alla menta e tutti gli altri ingredienti sono sicuramente alla portata di mano...chi di voi infatti non tiene in casa una piccola scorta di latte, farina e burro? E' buono anche senza cioccolato...ma questo lo rende veramente speciale!


  • INGREDIENTI: per circa 6 porzioni
1 litro di latte
100 g di zucchero
100 g di burro
100 g di farina
aroma al limone o la scorza di 1 limone (facoltativo)
mezzo bicchiere di sciroppo alla menta
cioccolato da fondere per la guarnizione

  • ESECUZIONE: 20 minuti, FACILE
Portare ad ebollizione il latte. Mettere sulla fiamma una casseruola smaltata e sciogliere il burro con lo zucchero mescolando con un cucchiaio di legno. Unire la farina, continuando a mescolare per evitare grumi.
Diluire con poco latte, ammorbidendo un po' il composto, poi versare la menta.
Non appena questa sarà amalgamata unire il rimanente latte, poco per volta, sempre mescolando e la scorza di limone o la fialetta di aroma al limone. Continuare a mescolare sul fuoco finchè il composto non accennerà a bollire, quindi togliere dal fuoco.
Eliminare la scorza di limone e versare la crema in uno stampo da budino precedentemente bagnato. Io ho utilizzato dei piccoli stampini in silicone e mi sono trovata molto bene.
Scuotere un po' lo stampo per eliminare eventuali vuoti d'aria formatesi all'interno e fare raffreddare prima a temperatura ambiente e poi in frigorifero per 3 ore.
Al momento di servire capovolgere il dolce su un piatto di servizio. Utilizzare del cioccolato sciolto a bagnomaria per guarnire. 
Ho trovato in rete una possibile variante che consiglia di mettere un primo strato di budino alla menta all'interno dello stampo, poi un cucchiaino di nutella, e infine chiudere con altro budino. Da provare assolutamente!!! 

martedì 10 luglio 2012

BUDINO ALLE MANDORLE



INGREDIENTI: per 5 porzioni

1/2 l di latte di mandorle (io ho usato un panetto siciliano di pasta di mandorle per farlo, ma si può trovare già pronto)
50g di amido di mais o amido di frumento
3 cucchiai di zucchero di canna
1 cucchiaino colmo di miele
4 quadretti di cioccolato bianco (circa 16g) (facoltativo)
marmellata scura o gelatina di lamponi

ESECUZIONE: FACILE, 20 minuti

In una ciotola stemperare l'amido di mais con 100ml di latte, formando una cremina liscia senza grumi. In un pentolino portare ad ebollizione il resto del latte con lo zucchero di canna, il miele ed il cioccolato bianco, aggiungere la crema di latte e amido di mais e continuare la cottura a fiamma bassa mescolando in continuazione, fino a che la crema si addensa.
Versare circa la metà della crema in 4 stampi da budino (io ho usato degli stampini di silicone bagnati con acqua), aggiungere qua e là la gelatina di lamponi o la marmellata e coprire con il resto della crema. Lasciar raffreddare a temperatura ambiente, quindi riporre in frigo per almeno 6 ore prima di consumarlo. Decorare infine a piacere con delle mandorle o dei lamponi!



lunedì 30 aprile 2012

CREMA CHANTILLY (CREMA DIPLOMATICA)


La crema diplomatica mette insieme la crema pasticcera con la panna montata e zuccherata! E' ideale per farcire qualsiasi tipo di torta!

FACILISSIMO! Unite a 500 ml di crema pasticcera perfettamente raffreddata (trovate la ricetta qui), 250 ml di panna montata leggermente zuccherata (più o meno a seconda dei gusti).

mercoledì 7 marzo 2012

TORTA MIMOSA


Dedicato a tutte le DONNE!
Domani è la nostra festa quindi è d'obbligo un dolcetto...e non uno a caso..bensì..  LA TORTA MIMOSA!
Ho guardato varie ricette in rete infine mi sono adattata agli ingredienti che avevo a casa.

ESECUZIONE: 1 ora circa, FACILE
Non avendo la panna da montare ho fatto una classica crema pasticcera (mezzo litro) seguendo la ricetta che trovate qui abbondando con la scorza di limone. 
Ho fatto un Pan di Spagna con la ricetta che trovate qui in una tortiera da 24 cm. Una volta cotto e raffreddato l'ho tagliato in due dischi aventi 24 cm di diametro. Con un coltello ho tolto da un disco 2 cm del bordo, ottenendo perciò un disco di 22 cm di diametro ed dall'altro 4 cm, ottenendo un disco di 20 cm circa. La parte di Pan di Spagna tolta l'ho sbriciolata con le mani, cercando di togliere il bordo più scuro.
Ho bagnato il Pan di Spagna con del limoncello.
Infine ho composto la torta a strati, dal bassa verso l'alto: disco di 22 cm, crema pasticcera, pesche sciroppate (solitamente si usa l'ananas per la torta Mimosa...ma io non ce l'avevo :-)), disco di 20 cm, crema pasticcera, pan di spagna sbriciolato.
Quest'ultimo strato di crema dovrà essere steso formando una sorta di montagna....su cui cospargere il pan di spagna sbriciolato. e' più facile a dirsi che a farsi!

si lo so...avrei dovuto mettere dei fiorellini di mimosa sullo sfondo e fare una
foto DECENTE ma ho una macchinetta fotografica pietosa...giuro che la cambio!




martedì 6 marzo 2012

PROFITTEROL


Ciao!
la scorsa settimana ho compiuto 25 anni! Per festeggiare ho fatto un profitterol enorme..composto da 100 bignè...dei quali circa 15 se li è mangiati il mio ragazzo mentre lo preparavamo...infatti è bastato giusto giusto per tutti! Ho ricevuto molti complimenti e anche una critica..infatti la crema era un po' troppo liquida e di conseguenza ha "bagnato" troppo i bignè ed alcuni si sono rotti! Quindi vi consiglio di abbondare di farina quando fate la crema pasticcera in moda che venga bella densa.

Per il compleanno ho ricevuto due libri di dolci al cioccolato!!!! Quindi devo darmi da fare anche perchè ultimamente sto un po' trascurando il blog...in realtà dovrei pure comprarmi una macchinetta fotografica decente perchè le foto non vengono mai bene e mi passa la voglia di postarle!

Ho preparato i bignè seguendo la ricetta che trovate qui.
Al posto di ricoprirli con la glassa di zucchero li ho rivestiti con una miscela di cioccolato fatta sciogliendo 150 g di cioccolato fondente a cui ho successivamente aggiunto 100 g di panna liquida e 50 ml di latte. (io ho usato il doppio di queste dosi ma ho rivestito 80 bignè).
Infine ho decorato con dei ciuffetti di panna, delle rose in pasta di zucchero e della granella di zucchero rosa!

Ecco il risultato!!